Perchè il gruppo per curare gli adolescenti? pensieri e considerazioni teorico-tecniche su “Psicoterapia psicoanalitica di gruppo per adolescenti” di John Evans

Uno dei punti focali, secondo l’Autore, è l’attenzione e la cura necessaria per gli aspetti relativi alla fondazione del gruppo, come il numero dei partecipanti (grande, frammentante VS esiguo, morente) tenendo conto della naturale incostanza nella partecipazione e delle eventuali fantasie ed angosce che si producono per l’assenza dei membri. L’obiettivo è quello di costruire …

Impensabilità ed irrapresentabilità

La psicoanalisi investe la parola di un potere centrale, analitico e terapeutico-trasformativo, in quanto prodotto di movimenti economici e dinamici che rilanciano ed esprimono la natura della relazione con il principio di realtà, dunque, con il mondo interno-esterno in cui siamo immersi. La regola fondamentale su cui si basa il contratto implicito / esplicito della …

Psicoanalisi e Neuroscienze; un legame possibile e necessario

La psicoanalisi può apparire trincerata in “assetto difensivo”; tale posizione è da rintracciare alle radici ed è probabilmente da considerare consustanziale alla sua stessa essenza. Nata in seno alla scienza medica, la psicoanalisi di Freud ha dovuto fronteggiare diversi ostacoli per poter emergere come scienza e come metodo concepibile ed accettabile e assumere finalmente un …

Dipendenze Patologiche e Disturbi del Comportamento Alimentare

Alla luce del sempre maggiore ampliamento ed approfondimento del concetto di dipendenza, I DCA si configurano come un quadro clinico inseribile all’interno di una complessa visione psicoanalitica. Quest’ultima è in grado di esemplificare l’esistenza dei meccanismi additivi che ne animano le più intime dinamiche ed il conseguente impatto drammaticamente profondo che riguarda la riorganizzazione dell’intera …